Contratti più piccoli, ma più numerosi per l’offshore nel 2008

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Secondo Gartner, il mercato dell’outsourcing continuerà a svilupparsi, ma le dinamiche stanno cambiando

I servizi di outsourcing hanno ancora in vento in poppa, secondo la più recente analisi condotta da Gartner, che prevede una crescita mondiale dell’8,1% per il 2008. Ma questo sviluppo si accompagna a un certo numero di cambiamenti strutturali. La società di analisi constata, ad esempio, che il valore medio dei contratti di esternalizzazione è diminuito della metà nel 2007 e la tendenza è destinata ad accentuarsi. La spiegazione è semplice: via via che l’outsourcing si “commoditizza”, le imprese scelgono di esternalizzare progetti più piccoli.

Gartner stima, inoltre, che le risorse informatiche on demand, connesse alle proposte come il software-as-a-service (Saas) cresceranno di importanza nel 2008 e faranno concorrenza ai classici metodi di outsourcing proposti dalle società di servizi. In questo segmento si stanno impegnando grandi vendor, come Sap, Oracle o Microsoft, ma anche attori del mondo Internet, come Google o Amazon. Quest’ultima propone non solamente storage e server virtuali, ma anche applicazioni più complesse, come la fatturazione.

Infine, l’offshore indiano resta particolarmente dinamico, con una crescita del 40% negli Stati Uniti e anche del 60% in Europa. In compenso, questa regione dovrà, nel 2008, fronteggiare un’accresciuta concorrenza da parte di altri paesi, sulla spinta di aziende che intendono diversificare le proprie fonti di approvvigionamento.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore