Cisco Partner Summit 2008: Trasformare il data center, “Un business da 14 miliardi di dollari”

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Primi annunci al Cisco Partner Summit 2008 ad Honolulu: al centro la trasformazione del data center e l’acquisizione di Nuova Systems. Nell’ottica di fare crescere le opportunità per i partner

Il tema della trasformazione del data center è da mesi al centro degli annunci del settore. Oggi Cisco, in apertura del suo Partner Summit 2008 nella splendida cornice hawaiana, non fa che ribadirlo e sottolinea opportunità e nuove strategie per aggredire il mercato, in presenza di 2.000 partner arrivati da tutto il mondo, qui a Honolulu.

Ma l’annuncio della nuova visione battezzata Data Center 3.0 (o in alternativa Unified Fabric) – che trasforma il data center in un ambiente unico, virtualizzato con l’accesso ai contenuti da qualsiasi postazione in qualsiasi parte del mondo – non è l’unico della mattinata: Cisco completa l’acquisizione del restante 20% di Nuova Systems, l’azienda di San Jose già di Cisco per l’80% dall’agosto 2006, strategica per collaborare attivamente nello sviluppo futuro della famiglia di switch Cisco Nexus 5000, completamente interoperabile con l’esistente Nexus 7000. Ma procediamo per punti.

La trasformazione del data center è soprattutto una possibilità di business per i partner: lo sottolinea Edison Peres, Vice President Worldwide Channel di Cisco, ancora prima di annunciare il primo prodotto della famiglia Cisco Nexus 5000, oggi disponibile (il 5020). “Il mondo sta cambiando rapidamente – sostiene – ed affrontare la trasformazione del data center è un’opportunità significativa per crescere in fatturato.
Cisco si aspetta di duplicare il suo giro d’affari proveniente dalla trasformazione di data center nei prossimi cinque anni e totalizzare complessivamante 14 miliardi di dollari, 4 dei quali attraverso i servizi offerti dai partner. Un grande opportunità”
.

E incalza sul tema Doug Gourlay, Senior Director Data Center Solutions:

“Le sfide per le aziende sono nell’ambito della sicurezza, del multi core e della riduzione dei costi. Quello che possiamo fare è aiutare i partner ad affrontare la razionalizzazione di strumenti e contenuti dei loro clienti. I problemi nascono dalla crescita esponenziale di device, informazione e luoghi dai quali gestire i dati stessi. Serve una razionalizzazione e una maggiore collaborazione : l’evoluzione dei data center è la soluzione che garantisce una maggiore efficienza in un mondo virtualizzato” .

Tra le sfide imposte dalla virtualizzazione, la richiesta di storage sempre piu’ capienti e veloci, reti efficienti per trasportare i dati, la sostenibilita’ del business.

Tra i benefici che ne derivano, invece, la riduzione dei costi di consumo energetico, la centralità di un host per connettere qualsiasi rete (LAN, SAN, HPC) e qualsisi dispositivo, la famiglia di prodotti Cisco Nexus 5000 rispondente agli standard emergenti, e la prima ad essere sviluppata da Nuova Systems (che conta già ottime partnership con Intel e Emulex, Dell e Emc2 in ambito storage, VMWare, Panduit e Apc).

L’acquisizione di Nuova, invece, verrà chiusa entro luglio 2008 e saràcruciale nello sviluppo della prossima generazione di prodotti.

Opereràcome una business unit indipendente (guidata da Luca Cafiero, Prem Jain e Mario Mazzola) e riporteràdirettamente a John Chambers, ceo e presidente di Cisco. A lui domani toccherà incontrare i 2000 partner giunti fino a qui, e convincerli che nel data center del futuro ci sarà parte significativa del loro fatturato.

A patto però di impegnarsi in un programma di formazione specifico: “Non tutti i partner avranno le caratteristiche per operare la trasformazione del data center – ribadisce Peres –: saranno prescelti sono coloro che hanno ottime competenze in storage, networking, server e servizi”. Cisco si impegna si da subito in corsi e specializzazioni, rilasciando la versione 2.0 del programma DCNI (Data center networking infrastructure) e il nuovo Partner Practice Builder per aiutare i partner a validare gli investimenti e generare dei progetti di trasformazione passo a passo. A questi si affianca il nuovo programma di incentivi dedicato – VIP Data center – che prevede un corso di specializzazione da agosto a dicembre 2008, e che potrà essere sottoscritto dai partner Premier o con certificazione superiore.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore