Bullani (VmWare): Sap ha capito chi è il leader della virtualizzazione?

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

L’accordo di certificazione, annunciato la settimana scorsa, avrà effetti positivi anche a livello locale

Le applicazioni Sap sono ora ufficialmente certificate per funzionare con Esx Server di VmWare. I due big dell’industria Ita hanno comunicato di aver raggiunto un accordo di certificazione, che porterà gli applicativi del vendor tedesco a lavorare in stretto abbinamento con l’hypervisor di VmWare negli ambienti di produzione a 64 bit Windows e Linux. Le due aziende hanno anche annunciato che diversi produttori di server, come Dell, Hp e Fujitsu Siemens, già dispongono di certificazioni di piattaforma.

Il country manager di VmWare, Alberto Bullani, sottolinea soprattutto come l’accordo sia il primo che il costruttore tedesco sigla per gli ambienti di produzione: “Così, il cuore pulaante di un’azienda può girare in ambienti virtuali. In precedenza, esisteva già una collaborazione, ma solo a livello di test. Ora, invece, le imprese che usano R/3 possono senza apprensione implementare i propri applicativi su un’infrastruttura VmWare. La certificazione fa sì che Sap si impegni a intervenire in caso di problemi”.

In realtà, già diverse aziende avevano provveduto a virtualizzare i propri applicativi, ma ora avranno la garanzia supplementare del supporto Sap. “In Italia, l’annuncio era molto atteso – conferma Bullani -. Ci sono casi, come all’Ima di Bologna, dove la virtualizzazione era già una realtà a livello di preproduzione, ma abbiamo motivo di pensare che diverse aziende siano pronte a partire, anche su progetti complessi”.

In generale, i clienti Sap possono utilizzare la virtualizzazione per testare differenti ambienti di produzione, senza rischio di impatto sulle attività. “Il time-to-market è più veloce, poiché è possibile mettere in linea una macchina virtuale in dieci minuti”, spiega Bullani.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore