Bea supporta la dimensione aziendale del Web 2.0

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Si chiamano AquaLogic Pages, Ensemble e Pathways e sono tre nuovi prodotti
con cui la società intende supportare le aziende offrendo una gestione
centralizzata delle applicazioni Web 2.0 based

Si chiama Bea AquaLogic Ensemble ed è un’infrastruttura software che supporta sviluppatori e operatori It consentendo di realizzare e gestire le cosidette mash-up application, il cui fondamento è la creazione di contenuti derivanti dalla giustapposizione di servizi forniti da applicazioni diverse, pubbliche e private. Con Bea AquaLogic Pages gli end user possono accedere ai dati aziendali per creare semplici applicazioni Web a supporto della loro operatività quotidiana. Bea AquaLogic Pathways è invece uno strumento di collaboration che combina social book-marking e tagging ad attività di analisi e di ricerca per aiutare il personale aziendale a recuperare le informazioni di maggiore interesse. A guidare lo sviluppo, una filosofia incentrata su un Web sempre più semplice e accattivante, stemperando la linea di demarcazione tra utenti e sviluppatori. Se è vero che da un lato le applicazioni si stanno spostando sulla piattaforma a 3 w, e con queste le informazioni in esse contenute, dall’altro il bacino di utenza che genera, manipola, tagga e instrada contenuti sul Web è sempre più largo; capitalizzare la end user experience inserendola in un circolo virtuoso a supporto di una migliore operatività aziendale può essere molto producente. L’importante è che il tutto avvenga in un regime di sicurezza, il che può avvenire solamente se lo sviluppo e l’utilizzo di social application sono coadiuvati e gestiti dai responsabili dell’It che, in questo modo, possono controllare accessi e modalità di partecipazione dei vari utenti, tutelando dati e applicazioni aziendali.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore