Bea si apre all’architettura event-driven

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Imminente la presentazione di WebLogic Event Server, prodotto basato su Java
e destinato a offrire alte prestazioni per le Soa.

Sta per arrivare l’ultima novità di Bea, WebLogic Event Server, un application server Java destinato alla gestione di alti volumi di dati. L’intento del costruttore è di rispondere alle esigenze di avere prevedibili tempi di risposta e capacità di elaborazione di eventi complessi. Con la nuova proposta, secondo Bea, gli alti volumi di eventi sono gestiti con le velocità tipiche degli ambienti C e C++, ma con il basso total cost of ownership garantito da Java.

Con Event Server, le informazioni sono aggregate da sistemi distribuiti in tempo reale. Le regole sono applicate per distinguere pattern e trend, dando agli utenti la capacità di rispondere alle opportunità e minacce poste da eventi apparentemente non correlati fra loro. Il prodotto serve anceh come infrastruttura per le Soa, offrendo high performance computing senza modifiche alle Soa già esistenti o pianificate. Se usato insieme a WebLogic Server Virtual Edition e Realtime Time 2.0, Event Server può lavorare in ambienti Xtp. La disponibilità del prodotto è attesa per l’estate.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore