Back up continuo dei dati: è il cruccio delle aziende

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Secondo l’indagine di Ca, commissionata a Gyro International, cresce la richiesta di un approccio meno strutturato per il backup.

Un panel di 367 It manager tedeschi, francesi, inglesi, spagnoli e italiani di aziende con oltre 500 dipendenti sono stati chiamati a raccolta per contribuire con le loro risposte a una ricerca, commissionata da Ca a Gyro International e intitolata Recovery Management. Secondo i dati raccolti, il 91% degli intervistati ha insistito sull’utilità di un backup continuo dei dati mentre solo il 40% utilizza già funzioni di Continuous Data Protection (Cdp) o ha in progetto di farlo entro i prossimi 12 mesi.

I ricercatori hanno rilevato come l’80% degli intervistati abbia dimestichezza con i concetti e i contenuti della Continuous Data Protection, ma che soltanto il 50% sia consapevole dei vantaggi che ne derivano per le imprese. Diversamente dalle tradizionali procedure di backup in cui i dati vengono semplicemente archiviati su dischi magnetici una volta al giorno, il concetto di Cdp prevede il mantenimento costante di tutte le modifiche, offrendo così una protezione 24 ore su 24 contro eventuali perdite di dati. Come mostrano le risposte dei partecipanti all’indagine, questo aspetto è particolarmente importante quando sono in gioco dati critici per il business.

Ca è il primo vendor a offrire funzioni di Continuous Data Protection integrate nella soluzione Ca Recovery Management, garantendo il recupero immediato dei dati in seguito a una perdita.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore