Atos Origin Italia confluisce in Engineering

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

La società franco-olandese ha ceduto anche la quota ceduta in Euronext, per un valore combinato di 320 milioni di euro

Chiudendo un lungo periodo di speculazioni e trattative, Atos Origin ha deciso di cedere le attività italiane a Engineering – Ingegneria Informatica, per un valore di 45 milioni di euro, che sarà pagato in contanti. L’operazione farà di Engineering la più importante società nazionale di servizi It, con una presenza forte nel mercato dei servizi finanziari e nel settore pubblico. Nel 2006, l’azienda aveva fatto registrare un giro d’affari di 423,7 milioni di euro, con un crescita del 9% rispetto all’anno precedente. Il consolidato previsto a fine 2007, invece, dovrebbe raggiungere i 730 milioni di euro.

Le attività italiane di Atos Origin sono state nell’occhio del ciclone in questi ultimi due anni. Nella prima metà del 2006, era già stata decisa una ristrutturazione allo scopo di migliorare la profittabilità, ma in settembre c’era stata una nuova ammissione pubblica di oggettive difficoltà per il business. All’inizio del 2007, un nuovo programma di ridimensionamento aveva iniziato a prendere forma, con l’arrivo di un nuovo Ceo e il taglio di oltre 10% dell’organico, ma in agosto era arrivato l’annuncio di una previsione di calo nelle vendite nei primi sei mesi dell’anno.

Della cessione a Engineering si era iniziato a parlare in settembre e ci sono voluti alcuni mesi per completare la trattativa. Dall’acquisizione nasce un’azienda con il 7% del mercato nazionale del software e servizi It. Per Engineering si tratta dell’ottava acquisizione in sei anni, ma questa è decisamente la più importante. Atos Origin Italia porta in dote 2.400 addetti e un giro d’affari di 290 milioni di euro (valore del 2006).

Atos Origin ha anche deciso di vendere la propria quota del 50% in Atos Euronext Market Solutions (Aems), rivendendola a Nyse Euronext per un valore di 275 milioni di euro. La transazione include la liquidità di Jv e le relative piattaforme di trading, così come i servizi di gestione e sviluppo su queste applicazioni e il business degli scambi fra terze parti. Atos Origin rimarrà comunque il fornitore di riferimento per Nyse Euronext per quanto riguarda la system integration e i servizi di outsourcing.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore