Asus sceglie l’outsourcing

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Oltre alle schede madri dovrebbe essere prodotto in outsourcing quasi tutto, con l’eccezione dei notebook

SECONDO UNA pubblicazione in lingua cinese che si occupa di notizie economiche, la taiwanese Asustek Computer sta cambiano la filosofia aziendale, indirizzandosi con decisione verso l’esternalizzazione di molte attività.
Secondo l’analisi pubblicata sull’Economic Daily News, circa metà della produzione di schede madri Asus sarà demandata a impianti produttivi di società partner entro la fine dell’anno. Questi stabilimenti sono prevalentemente in Cina, a poca distanza dai confini di Taiwan, secondo una tendenza sempre più diffusa sull’isola semi-indipendente, che è impegnata a ridurre l’impatto dell’industrializzazione spinta sul proprio territorio.
Il processo continuerà, e oltre alle schede madri dovrebbe essere prodotto in outsourcing quasi tutto, con l’eccezione dei notebook.
Altre informazioni le trovate su Digitimes.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore