Arkoon si muove verso l’Europa

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Gli Utm di Arkoon in Italia con Itway. Sviluppi sulla voce e la mobilità

Itway Vad, ramo distributivo di Itway, firma una partnership con Arkoon Network Security, società francese di sicurezza informatica. Il valore dell’ accordo con Arkoon è stimato dal management dell’azienda intorno ai 4 milioni di euro su base annua . In base all’ accordo, Itway Vad sarà distributore unico sul mercato italiano delle soluzioni Arkoon Network Security . L’accordo è valido anche per Francia, Grecia, Spagna e Portogallo.

La lionese Arkoon , già partner di Itway in Francia, sta finanziando con le risorse messe a sua disposizione da una recente operazione di quotazione in borsa una politica di espansione verso i mercati vicini di Spagna e Italia. In Italia da pochi mesi Arkoon sta costruendo una rete di partner che , pur in un mercato particolarmente affollato come quello delle soluzioni Utm di protezione unificata dalle minacce It, troverebbe da parte francese una particolare capacità di attenzione alle esigenze di realizzazione di soluzioni ad hoc per la loro clientela .

Come spiega a Network NewsGiorgio Sonego, country manager per l’Italia, che ha il compito di mettere a punto queste iniziative commerciali sul territorio nazionale , ? il contratto con Itway si svilupperà anche nei settori dei servizi e della formazione ai partner attraverso Itway Academy.
L’Italia avrà valore di test per le ambizioni internazionali di Arkoon che in Francia sta abbandonando il modello di vendita diretta e segue dunque da vicino una vendita al 100% attraverso il canale distributivo indiretto?. Dal punto di vista finanziario i fondi raccolti da Arkoon al momento della recente quotazione di luglio a Alternext serviranno all’espansione della società che ha ridotto le perdite nell’ultima trimestrale e ha realizzato una cifra d’affari di 5,7 milioni di euro con un incremento del 16%. Arkoon denuncia un fatturato di 11 milioni di euro nel 2006, di cui il 25 % destinato alla ricerca.
Come ricorda Sonego parlando delle soluzioni Utm già presenti sul mercato: ? Gli Utm alla fine non sono tutti uguali quando si arriva al momento di adattarli alle particolari esigenze del cliente. Una tecnologia europea e la vicinanza dei centri di sviluppo ai confini dell’Italia possono fare la differenza. Siamo vicini e flessibili. Possiamo agire a livello di supporto in tempi brevi?.

Arkoon in Italia non parte da zero, ma dispone già di un buon installato presso un centinaio di clienti. Nel campo della pubblica amministrazione locale Sonego ci segnala poco più di una trentina di applaince di sicurezza installate al Comune di Monza per la gestione in sicurezza degli uffici periferici. A livello di prodotto Sonego ricorda la qualità delle partnership Oem di Arkoon: all’interno delle appliance la protezione dal malware è realizzata con il software di Sophos, mentre la protezione della messaggistica dallo spam è affidata al software di Commtouch. Tra i trend che i sistemi Fast 360 di Arkoon seguiranno nei loro sviluppi ci sarà la protezione dalle minacce derivanti dalle comunicazioni a voce su Ip e la messa in sicurezza mediante crittografia dei dispositivi mobili per i quali l’accesso alle infrastrutture aziendali può avvenire anche tramite Vpn di tipo Ssl. Arkoon sta lavorando anche alla messa in opera di un laboratorio a Torino presso un partner con una particolare specializzazione per l’integrazione con Pbx di tipo Ip.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore