Anche Serena Software sceglie la via del software-as-a-service

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

La società rilascia alcuni prodotti proprietari in modalità Saas sposando lo stesso approccio a uso interno

Serena Software ha deciso di rendere disponibili tre soluzioni tramite il modello Software as a Service (SaaS): Serena Mariner, Serena Business Mashups e gli strumenti Alm (Application Lifecycle Management) Agile. A partire dal prossimo mese inizierà ad essere offerta Serena Mariner, strumento di Ppm (Project and Portfolio Management) che garantisce una completa visibilità sullo stato e sulle metriche dei progetti per assicurare che le persone giuste si occupino dei progetti giusti al momento giusto, in modo da generare un superiore valore di business. Con prezzi che partono da appena 18 dollari per utente al mese, la soluzione offrirà agli analisti aziendali un sistema per gestire il loro intero portafogli in modo semplice e rapido senza utilizzare scomodi fogli di calcolo di Excel. Tutti i prodotti Serena forniti tramite SaaS avranno prezzi pubblicati e piani di sconti.

Per le aziende che sfruttando il Web 2.0 sviluppano applicazioni attraverso l’uso dei business mashup la società propone ai programmatori Serena Mashup Composer che, applicando il metodo drag and drop riduce gli ostacoli dell’ingresso nello sviluppo dei Mashup; a breve anche questa piattaforma sarà disponibile on demand.

Verso la fine dell’anno, Serena presenterà sul mercato una suite completa di strumenti per Agile Lifecycle Management che consentiranno ai dipartimenti It e Isv di gestire i progetti di Agile con servizio on demand.

La stessa Serena ha deciso di adottare il modello SaaS internamente, facendo un ampio uso delle funzionalità on-demand, da OpSource per i servizi di infrastruttura a Postini per le funzionalità anti-spamming, da Mediaroom per i comunicati stampa a LucidEra per le analisi di business.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore