Alleati per le memorie flash

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Intel e St Micro scommettono sulle memorie flash con una nuova joint venture

La strada verso la mobilità richiede la disponibilità nei terminali e , da poco anche nei personal computer, di memorie non volatili di tipo flash. Per questo Intel si riaccosta al mondo della produzione dei chip di memoria, ma utilizzando il mezzo ,prudente a livello societario, costituito da una società in joint venture. Il partner sarà St Microelectronics che entrerà nella nuova società insieme con un partner finanziario e disporrà della maggioranza relativa delle quote azionarie. Nella nuova società verranno fatte confluire tutte le risorse produttive con nove siti di ricerca e produzione. Con un fatturato annuo complessivo di circa 3,6 miliardi di dollari, la nuova azienda si focalizzerà sulla fornitura di soluzioni di memoria flash per una vasta gamma di dispositivi consumer e business

?Questa nuova azienda sarà in grado di offrire alla propria clientela tutti gli elementi necessari per fornire le tecnologie di memoria non volatile attuali e di nuova generazione, consentendo a St di ridefinire il proprio coinvolgimento nel settore della memoria flash?, ha commentato Carlo Bozotti, Ceo di St Microelectronics e Non-Executive Chairman Designate della nuova società.
?Fin dall’inizio, l’azienda sarà un fornitore leader di soluzioni di memoria flash per le comunicazioni wireless”, ha osservato Brian Harrison, designato a diventare il Ceo della nuova società alla chiusura della transazione, e attualmente General Manager del Flash Memory Group di Intel. ?Saremo in grado di offrire ai clienti soluzioni complete con tecnologie NOR e NAND?.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore