Alcatel ed Ericsson nella tempesta finanziaria

Enterprise
0 0 Non ci sono commenti

Il nuovo piano economico di Alcatel Lucent prevede altri tagli all’occupazione. Ericsson ha annunciato un calo di fatturato

Alcatel-Lucent ha presentato il suo nuovo piano economico che in sintesi prevede una riorganizzazione interna e un ulteriore esubero di personale (4 mila addetti) entro la fine del 2008 che si aggiungono ai 12500 posti di lavoro soppressi già previsti fino al 2009 già dall’inizio di quest’anno.

Per Patricia Russo, a capo dell’azienda dopo una fusione che da sempre ha stentato a decollare, vuole tagliare sulle strutture interne per preservare tecnologia e ricerca, ma neppure la Francia , sede di Alcatel, sarà risparmiata dai nuovi tagli all’occupazione.
A livello organizzativo interno è prevista di nuovo la scissione dell’azienda in due entità geografiche , con una direzione per l’America e un’altra per Emea e Asia. Anche un altro grande delle telecomunicazioni europee, Ericsson, non vive momenti più felici. La società ha annunciato un profit warning calo dei ricavi e degli utili netti) già a metà del mese scorso.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore