Un primo passo verso la standardizzazione della crittografia

Data storage
0 0 Non ci sono commenti

Comincia a prendere corpo l’idea di instaurare un sistema generalizzato di
validazione dell’accesso ai dati memorizzati.

L’associazione professionale Trusted Computing Group (Tcg) ha appena annunciato che il proprio gruppo di lavoro incaricato di occuparsi di storage ha messo a punto una specifica preliminare di quello che è stato definito ?trusted storage?. In altre parole, si tratta di una standardizzazione delle condizioni di crittografia e accesso ai dati, qualunque sia il loro supporto (magnetico o ottico) e l’interfaccia (Ata, Serial Ata, Scsi, Fibre Channel, Usb, Ieee 1394, Nas o iScsi).

Questo preannuncio va collegato alla presenza di BitLocker nelle due versioni più costose di Vista, ovvero quella Enterprise e quella Completa. BitLocker assicura la crittografia dei volumi su periferiche standard. Il Tcg, invece, si appoggia su periferiche adattate, creando il prerequisito per la cifratura della totalità delle periferiche e non solo di certi volumi.

Va ricordato che fra i fondatori del Tcg troviamo Amd, Hewlett-Packard, Ibm, Infineon, Intel, Lenovo, Microsoft e Sun. L’associazione conta su oltre 2.000 membri.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore