Sophos aggiorna Endpoint Security and Control

Data storage
0 0 Non ci sono commenti

Per evitare rischi alle aziende, lo specialista di sicurezza pensa a bloccare
le connessioni fra i pc interni e quelli remoti.

Endpoint Security and Control si rinnova consentendo al management aziendale di blindare i sistemi. La nuova release, infatti, permette di inibire l’accesso agli impiegati che cercano di connettersi via Real Vnc o via Radmin. Questi tool, progettati per consentire ai dipendenti di utilizzare i loro pc per accedere da remoto ai computer di casa o ai lap top funzionando via Internet hanno modalità connettiva che costituisce una falla per la sicurezza. Una volta che un dipendente accede a un pc remotizzato, infatti, non rientra più in quella copertura fatta di policy e restrizioni che impediscono, per esempio, di scaricare software o di non visitare determinati siti.

Questo si traduce in un rischio per l’azienda: se il pc remotizzato non ha un’adeguata protezione, si può trasformare in un canale d’ingresso per malicious program e attacchi da parte degli hacker. Inoltre, le connessioni da remoto agli It manager risultano di difficile interpretazione, perché possono essere scambiate per dei tentativi da parte dei pirati informatici di attaccare un pc aziendale. In aggiunta, Endpoint Security and Control consente agli amministratori di evitare che i dipendenti possano scaricare giochi così come di interagire via VoIp, peer-to-peer, instant messaging o di usare applicazioni distribuite. La soluzione include antivirus, client firewall e mobile security protection nonché una console centralizzata per gli It administrator.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore