Nel 2007, nove server venduti su dieci sono stati x64

Data storage
0 0 Non ci sono commenti

Il mercato dei sistemi aziendali ha continuato a standardizzarsi sotto le bandiere dei processori x64 e dei sistemi operativi Windows e Linux

Nel 2007, il mercato mondiale dei server, visto dalle analisi di Gartner o Idc, ha confermato l’egemonia dell’architettura x64, preferibilmente in ambiente operativo Windows e, in misura minore, Linux.

Intel e Amd sono ormai in grado di rilasciare processori e chipset le cui prestazioni permettono di ambire alla successione di configurazioni che, finora, erano il terreno di caccia prediletto dai sistemi proprietari. In generale, il giro d’affari generato dalle vendite di server nel mondo è salito nel 2007 (54 miliardi di dollari, con una crescita del 3,8%), in misura però inferiore della metà rispetto alle unità vendute (più 7,4%, ovvero 8,8 milioni di pezzi). Secondo le stime degli analisti, quasi nove server su dieci sono stati consegnati con architetture x64.

Su queste “piccole macchine”, né Idc né Gartner dispongono ancora di strumenti per misurare l’impatto della virtualizzazione. Pertanto, i ragionamenti si concentrano ancora sul fronte dei sistemi operativi, Windows e Linux in testa. Il primo è cresciuto del 6,9%, per un valore di 5,7 miliardi di dollari e una quota di mercato superiore al 36%. Ma anche Linux è progredito, a un ritmo ancor più impressionante, ovvero l’11,6%, che equivale a una quota del 12,7%.

È interessante notare che anche i tre Unix tradizionali (Solaris, Hp-Ux e Aix) hanno visto crescere il loro giro d’affari, malgrado una diminuzione del 13,8% nelle consegne. La constatazione conferma da una parte che questi ambienti sembrano aver bloccato la tendenza al calo, ma dall’altra che Linux non sta più semplicemente cannibalizzando i vari Unix, ma che si prepara la concorrenza frontale con Windows.

Dal punto di vista tecnologico, il 2007 è stato l’anno dell’esplosione dei server blade. Il fatturato generato da questo tipo di server è aumentato del 44,5% e le unità vendute del 20%. Hp (41,7% delle consegne) e Ibm (30,9%) si sono accaparrate insieme il 78% del totale in valore. A giudicare dal ritmo del progresso, anche il 2008 promette di essere un anno eccezionale per i blade. Secondo Idc, nel quarto trimestre il fatturato è cresciuto di oltre il 54% e le unità vendute del 35% abbondante.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore