La storage consolidation di Ibm “cura” l’Ulss di Alto Vicentino

Data storage
0 0 Non ci sono commenti

Grazie al contributo di Ibm e Arslogica Sistemi, l’azienda ha potuto disporre di un sistema ad alta scalabilità, con crescita on demand senza interruzione di attività

Con 120mila assistiti, circa 2mila dipendenti e due presidi ospedalieri l’Azienda Ulss n. 4 di Alto Vicentino è una delle più dinamiche del Veneto. Il management aveva l’esigenza di realizzare una nuova infrastruttura di storage per archiviare tutte la mole di radiografie in formato digitale, con una crescita di dati gestiti dell’ordine di 3 Tb l’anno, partendo da una base di almeno 6 Tb iniziali.

Dopo aver valutato le varie alternative proposte dal mercato viene scelta una soluzione composta da un sottosistema storage Ibm nSeries N5200 e da una Libreria nastri Lto-3 Ibm 3310. Grazie al contributo del partner tecnologico, Arslogica Sistemi, l’azienda ha potuto disporre di un sistema altamente scalabile che poteva crescere a richiesta senza interruzione di attività. Un ulteriore motivo di scelta è stata la capacità dei sistemi nSeries di poter contemporaneamente servire i diversi ambienti applicativi ed architetturali presenti nella server farm aziendale.

Si è attuato così il secondo obiettivo del progetto, quello della storage consolidation. Grazie ai sistemi nSeries il management ha potuto completare la convergenza di ambienti eterogenei su un unico sistema dischi: alcuni tipicamente relazionali (Oracle) ad elevatissimo numero di piccole e medie transazioni, altri caratterizzati transazioni di enormi dimensioni (Oracle Blob) quali ad esempio una Tac Multi-Slice che è rappresentata in un file di circa 2 Gigabyte. La nuova soluzione è caratterizzata da tempi di accesso minimi (Rdbms transazionale), capacità di memorizzazione elevata (campi Blob), efficienza nel mettere a disposizione dati di così diverse tipologie avendo un unico punto di gestione facile, efficiente e affidabile. Inoltre sono presenti un unico punto di gestione ed un’unica unità per effettuare i back up ed attuare le politiche di disaster rec overy aziendali.

La soluzione adottata è la libreria Ibm 3310 dotata di 120 alloggiamenti per cartucce Lto-3 per un totale di capacità di back up e memorizzazione a lungo termine di 96 Tb, espandibili in base alle necessità. Tale infrastruttura è operativa 7x24x365 ed è assistita e controllata da remoto in modalità 7×24.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore