La gestione dell’Unified Threat Management siglata 3Com X

Data storage
0 0 Non ci sono commenti

3Com lancia due appliance dedicate alle Pmi che combinano tecnologie Vpn,
firewall e Ipd/Ids.

All’Interop Show 3Com ha presentato 3Com X5 and X506, due dispositivi studiati per le piccole e medie imprese, che consentono di sfruttare la tecnologia per la sicurezza che la società ha incamerato dall’acquisizione di Tipping Point.

Grazie alla combinazione tra le tecnologie Vpn e firewall di 3Com con il pacchetto di intrusion prevention/detection systems (Ipd/Ids) della sussidiaria Tipping Point, aziende e organizzazioni potranno controllare più da vicino il traffico interno ed esterno al network. In particolare, il modello X5 è una versione desktop che supporta uffici fino a 50 utenti mentre X506 è dedicata a campus di rete più estesi, con centinaia o migliaia di nodi o di utenti.

Mentre il modello X5 supporta 18Mbps Ids/Ips e 50 utenti Vpn, X506 supporta 50Mbps di traffico Ids/Ips e più di un migliaio di tunnel Vpn. Entrambi i dispositivi effettuano un controllo approfondito dei pacchetti per identificare e interrompere servizi come il peeer-to-peer o lo spyware, utilizzando lo stesso motore Ids/Ips dei prodotti Tipping Point di fascia più alta. I device serie X, che possono anche essere configurati per limitare il traffico sospetto come i pacchetti provenienti da pc o server infetti, possono utilizzare software e servizi di SurfControl per filtrare siti Web o Url.

Le appliance 3Com della serie X, inaugurano nuove economie di scala con prezzi assolutamente inediti, affiancando i dispositivi per la sicurezza di tipo entry level e midrange della concorrenza come NetScreen 25 di Juniper, WatchGuard’s X750e e l’appliance Pix 501 di Cisco.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore