I server Primergy di Fujitsu Siemens vanno bene per Windows Server 2008

Data storage
0 0 Non ci sono commenti

Processori quad core su tutte le linee

Fujitsu Siemens asseconda il lancio di Windows Server 2008 con la sua gamma di server Primergy ideati per supportare la nuova piattaforma. I nuovi server Primergy appartengono a tutte le categorie dell’offerta di Fujitsu Siemens: RX600 , RX300 , TX300 , RX200 , TX200 , RX100 , TX150 e TX120 .
I nuovi processori quad core che equipaggiano i server riducono i consumi di energia dei singoli chip, mentre in parallelo gli hard disk Sas da 2,5” offrono un ulteriore risparmio di corrente del 20% rispetto ai dischi da 3,5“. Fujitsu Siemens Computers propone il rack serverRX600 S4 quale piattaforma applicativa, database e mail server dei data center. Il sistema può essere configurato fino a un massimo di quattro processori quad-core, otto hard disk da 2,5” per una capacità complessiva di 1 Tb. Le quattro schede di rete Gigabit Ethernet compatibili con il protocollo Toe (TCP/IP Offload Engine) accelerano ulteriormente lo scambio dei dati attraverso le interfacce Lan.
Il rack server RX300 S4 è la soluzione ideale per progetti di virtualizzazione. Con un design di due unità d’altezza, offre una capacità massima di 12 hard disk da 2,5” e 48 GB di RAM. Sono server in formato tower i TX150 S6, TX200 S4 e TX300 S4, scelta ideale per i piccoli dipartimenti e le sedi distaccate.
Il server RX100 S5, giunto alla sua la quinta generazione, trova impiego nelle server farm, grazie alla capacità di supportare fino a 8 GB di memoria con un ingombro pari a una sola unità d’altezza.
Mantiene il medesimo form factor, il rack server RX200 S4: due processori quad-core, quattro hard disk hot-plug e 48 Gb di memoria.
La ServerView Suite semplifica le operazioni con processi automatizzati per l’aggiornamento di driver e firmware e con la gestione delle risorse e dell’alimentazione. Una console centralizzata per la gestione remota degli uffici distaccati contribuisce a tagliare i costi dell’assistenza, riducendo il numero delle richieste di intervento on-site.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore