Fsc, Dynamic It anche per ambienti Microsoft e Sap

Data storage
0 0 Non ci sono commenti

Dopo la Germania, in Italia stanno partendo progetti mission critical

Sono già operativi anche in Italia alcuni progetti pilota che prevedono l’impiego della piattaforma hardware e software Dynamic It for Microsoft. Realizzata da Fujitsu Siemens Computer con la collaborazione di Microsoft per il software di gestione e di provisioning e di Emc per la parte di storage San (Fibrecat Cx), la soluzione Dynamic It per l’ambiente Microsoft si basa per la parte hardware sui server Primergy della linea Bladeframe gestiti da un sistema di controllo particolare.
Il Pan Cantroller consente di gestire i server su blade, dotate unicamente di Cpu e memoria, come pure risorse di calcolo. Tutto il resto della soluzione è completamente virtualizzato: alle applicazioni vengono allocate in modo dinamico le risorse di calcolo , di memoria centrale e di storage, in particolare i dischi della San.
La granularità del provisioning avviene al momento a livello di singola lama, ma a breve, come conferma a Network News Mario Guarnone, di Fsc Italia, si arriverà a gestire l’allocazione a livello di singolo core all’interno di ogni Cpu. Il punto di forza della soluzione è il sistema totalmente semplificato e automatizzato di gestirlo: in Fujitsu si parla di un provisioning completo di un server in meno di tre minuti. All’interno di Aol , che ha già in produzione questa soluzione, si è arrivati a realizzarlo anche da un palmare in pochi minuti.

Sullo sfondo sta il progetto di supportare applicazioni cosiddette mission critical che riguardano non solo l’ambiente Microsoft ( Sql Server, Exchange e SharePoint) ma anche la sua integrazione con il mondo Sap (sempre in ambiente Windows).
Guarnone inquadra la soluzione di Fsc all’interno dello sforzo che i vendor stanno facendo per supportare i Cio nel loro principale problema del momento, quello di liberare risorse sia di persone che di materiale It dalla gestione quotidiana e di mantenimento delle operazioni per utilizzarle nelle attività di tipo It che siano in grado di creare spazio all’innovazione del business aziendale: ?Dynamic It for Microsoft è una piattaforma autogestita che consente di erogare Sla garantiti , in particolare in ambiente Sap?. La stessa Fujitsu Siemens , presso la quale la soluzione è operativa da quattro mesi, ne ha fatto un caso di studio. I primi risultati riferiscono di un risparmio del 30 % dei costi operativi con un importante consolidamento delle operazioni rispetto ai 45 server utilizzati.
Conclude Guarnone: ? Nei data centre i problemi operativi derivano da una caotica crescita nel tempo dell’infrastruttura It. I server in architettura x86 hanno percentuali di impiego molto basse. Solo il passaggio a obiettivi di progetto che richiedono ambienti Soa e di utility computing, con allocazione di risorse per un periodo limitato a utenti e istanze applicative diversi, può risolvere il problema del basso uso delle risorse?.
Ma in ambienti mission critical questo può avvenire solo attraverso piattaforme autogestite. Dynamic It for Microsoft è un esempio importante di come realizzarle.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore