Dell rivede gamma e filosofia dei propri server

Data storage
0 0 Non ci sono commenti

Il costruttore approfitta dell’arrivo dei Penryn Intel per riorganizzare tutta la propria offerta.

La riorganizzazione della tassonomia dell’offerta server di Dell illustra cambiamenti assai più profondi che la semplice integrazione dell’ultima generazione di processori Intel.

Le nuove gamme di sistemi si declinano in tre form factor, definiti dalle lettere R (rack), T (tower) e M (modular). Ciascuna lettera è seguita da tre cifre. La prima è compresa tra 1 e 9 e definisce la potenza (9 per un quadriprocessore, 1 per un monoprocessore). La seconda indica la generazione della macchina e la terza serve a capire se il processore montato sia Intel (0) o Amd (5). È così che il server più potente, oggi, della gamma Dell, che succede al PowerEdge 6850, è battezzato PowerEdge R900, animato da quattro processori Intel Xeon 7350.

Approfittando del lancio della nuova tassonomia, Dell ha rinnovato ampiamente l’offerta. Le macchine 1950, 2950 e 2900, in particolare, sono dotate di processori Xeon 5400 quad core dell’ultima generazione. Il costruttore ha presentato anche la versione 5.3 di OpenManager, che il costruttore descrive come capace di gestire al meglio i consumi energetici e la virtualizzazione dei sistemi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore