Dell in caccia di Hp nei blade server

Data storage
0 0 Non ci sono commenti

Pronta la nuova gamma del costruttore texano, che fa affidamento su efficacia energetica e gestione semplificata

Dopo l’annuncio dello scorso maggio, ora la nuova gamma di blade server di Dell è pronta ad affrontare il mercato. Battezzata PowerEdge M-Series, non nasconde più di tanto la somiglianza con i BladeSystem C7000 di Hp, almeno in termini di formato, in entrambi i casi di tipo 10U e capace di accogliere fino a 16 lame di media altezza.

Nel caso di Dell, lo chassis è equipaggiato con due nuovi blade che possono integrare ciascuno fino a due processori quad core prodotti da Intel (blade M600) o, per la prima volta, da Amd (blade M605). Si tratta di un cambio generazionale dell’offerta, quindi le lame utilizzate nella precedente gamma PowerEdge 1955 non sono compatibili con i 1000e. Oltre a uno switch Ethernet proprietario (il PowerConnect M6220), che contiene nella versione base quattro porte Gigabit Ethernet, il nuovo chassis dispone di un ampio numero di opzioni di connettività, fra le quali uno switch Infiniband Cisco, Brocade Fc4 (Fibre Channel a 4 Gbit/s) o ancora schede Fc4 Qlogic ed Emulex.

Sul fronte dell’architettura interna, Dell assicura di aver migliorato l’efficacia energetica rispetto alla gamma precedente e anche alla concorrenza. Secondo i propri test, infatti, i nuovi blade server offrono prestazioni per watt superiori del 25% rispetto ai modelli di Hp e Ibm. Per quanto riguarda l’amministrazione, Dell continua a dotare il proprio hardware della console OpenManage, ma è già prevista la sostituzione (gratuita per i vecchi clienti) con quella di Altiris, specialista acquisito da Symantec lo scorso anno. Grazie all’hardware embedded, inoltre, i tool di amministrazione integrano la nozione di regolabilità energetica, per cui l’amministratore può definire il guscio termico di ciascun blade dalla console centrale. Sul fronte dei prezzi, si parla di 4mila euro per lo chassis M100e e di circa 1.500 euro per le lame.

Il mercato dei blade è cruciale per Dell, visto che rappresenta una quota crescente del mercato dei server x86, ovvero i soli sistemi proposti dal costruttore. Oggi il mercato vale oltre un miliardo di dollari e dovrebbe rappresentare il 16% delle vendite di server nel 2009.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore