Con gli UltraSparc T2 Plus, i server Sun raddoppiano la potenza

Data storage
0 0 Non ci sono commenti

Il costruttore ha presentato due nuovi modelli capaci di elaborare fino a 128 thread simultaneamente

Sun ha appena presentato i primi server basati sul processore UltraSparc T2 Plus, già noto con il nome in codice di Niagara Falls e che rappresenta la terza generazione della tecnologia Cmt (Chip MultiThreading), che il costruttore sviluppa dal 2005.

I due nuovi modelli, battezzati T5140 e T5240, vanno a completare la gamma Sparc Enterprise. I processori dispongono di due Cpu (dual socket) che possono integrare ciascuna fino a 8 core di calcolo. Ogni core, poi, è in grado di gestire fino a 8 thread simultanei, per un totale di 128 thread contemporanei, ovvero il doppio dei precedenti modelli T5120 e T5220.

I server T5140 e T5240 sono disponibili in formati 1U e 2U. Il primo integra fino a quattro dischi Sas da 2,5 pollici, mentre il secondo ne può contenere fino a sedici. Entrambi i modelli arrivano a 64 GB di Ram. Le macchine sono anche dotate del sistema di virtualizzazione Solaris Containers e Logical Domaines (Ldom), che consente loro di gestire, in configurazione massima, 128 macchine virtuali Solaris o Linux.

Sun posiziona i due nuovi modelli nel segmento di media gamma, per applicazioni critiche come i database, gli Erp, il Web, la posta elettronica o le applicazioni Java. Per le future generazioni di server, che dovrebbero essere basati sui processori Rock, il costruttore si prenderà ancora un po’ di tempo. Queste piattaforme, destinati ai prossimi server di fascia alta, avrebbero inizialmente dovuto essere commercializzati nel 2008, ma ora si parla del 2009, anche per non disturbare le vendite dei sistemi basati sull’architettura Sparc64.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore